Triste risveglio

A volte ci sono cose che pensi che non ti riguardino. Che non facciano parte del tuo piano di vita. Vai avanti cosi’ per anni, pensando ad altro, avendo altre urgenze, altri problemi da risolvere.

Poi un giorno ti rendi conto che non puoi averle mai piu’. Il tempo e’ scaduto.

E solo allora capisci quanto la tua esistenza e’ monca, disumana, deserta.
Sei un robot, una macchina, uno scheletro, un guscio vuoto.

E’ come se emergessi da un lungo sonno, per svegliarti nella morte invece che nella vita.

Scalatori di Piramidi

Ci sono persone che vivono male. Hanno molto, ma non tutto quello che desiderano.

Hanno una casa, un lavoro stabile, un coniuge affidabile e premuroso, figli sani e promettenti, una famiglia solida, dei risparmi, ma non hanno potuto soddisfare la propria ambizione professionale. E non lo potranno mai fare. Hanno dovuto scendere a compromessi, cedere la passione in cambio di sicurezza.

Per questo sono malati d’invidia per chi e’ riuscito su quell’unico punto, anche se non ha niente di tutto il resto. Io non so se invidiarli o compatirli.

Medice, taglia te ipsum

Farsi mettere le mani addosso da un chirurgo è sempre sgradevole.
Lasciar manipolare il proprio corpo a un estraneo richiede molta fiducia nel prossimo.

E se poi l’operazione peggiora la situazione, ci si sente davvero traditi.

Specialmente se si ha la sensazione che il tipo abbia insistito per tornaconto personale.

Biancaneve e i sette Yankee

Ho notato che nel film di Walt Disney, Biancaneve incontra nella foresta animali tipici del Nord America: procioni, chipmunk, quaglie della prateria.

Il che ovviamente è inverosimile in quanto la storia è ambientata in un generico regno medievale, in Europa.

Magari è solo un’osservazione pedante ma appunto.

Già il 2011?

Dieci propositi per l’anno nuovo:

1) non farsi guidare dalla paura e dal quieto vivere
2) fidarmi delle mie opinioni e difenderle
3) non ascoltare chi parla per i suoi interessi e non per i miei
4) essere pronto a dire di no
5) non colpevolizzarmi
6) non lasciare le cose a metà
7) non dilazionare le scadenze
8) reagire in base alle conseguenze reali o presunte
9) combattere il perfezionismo e l’ansia
10) non mangiare di corsa e male