Osservatorio dinamico

Ogni giorno alle 8.10 quando vado a prendere la metro, vedo arrivare in direzione opposta:

– 1 o 2 suore anziane, una bassa e arcigna, l’altra alta e rassicurante.

– una ragazza mezza bianca e mezza gialla, fumatrice, con le cuffie a volume altissimo, e stivali.

 

Le due suore mi servono da riferimento temporale: so quanto sono in ritardo a seconda del punto dove le incontro.

La ragazza invece ha un ruolo puramente estetico, cioè aspetto di vedere com’è vestita oggi.

 

Mi sono domandato se ci sono altre persone che incontro ogni giorno e di cui non mi rendo conto.

Osservatorio dinamicoultima modifica: 2009-10-28T22:23:00+01:00da akanishi
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Osservatorio dinamico

  1. che buffo… è una domanda che mi sono posta molte volte anche io ma la verità è che ho quasi sempre la testa tra le nuvole e la mia attenzione ricade sempre su pochi e piccoli particolari strani, come gli occhi di un cane legato che fissano tristemente l’anziano signore seduto dall’altro lato della strada o un ragazzo che va in bicicletta e ogni tanto gira i pedali in senso contrario facendo mutare il suono della catena, dando ritmo.
    piccole cose, spesso inutili ma chissà quanti mondi meravigliosi mi sfiorano ogni giorno. quante magnifiche avventure perdo ogni secondo..

    ottima riflessione

  2. E tutto questo non è assolutamente terrificante?
    Quando mi rendo conto che il nostro inconscio sceglie di memorizzare determinate cose mentre altre vengono vergognosamente e totalmente ignorate mi sento profondamente sola. Come se non avessi strumenti per leggere la realtà, come se avessi una cartina sbagliata e stessi camminando a vuoto in una città stranierà, sicura però di sapere dove andare.

    Se mentalmente moltiplico tutto questo per ogni uomo della terra il peso di questa scoperta mi opprime e mi shocca.

Lascia un commento