Osservatorio dinamico

Ogni giorno alle 8.10 quando vado a prendere la metro, vedo arrivare in direzione opposta:

– 1 o 2 suore anziane, una bassa e arcigna, l’altra alta e rassicurante.

– una ragazza mezza bianca e mezza gialla, fumatrice, con le cuffie a volume altissimo, e stivali.

 

Le due suore mi servono da riferimento temporale: so quanto sono in ritardo a seconda del punto dove le incontro.

La ragazza invece ha un ruolo puramente estetico, cioè aspetto di vedere com’è vestita oggi.

 

Mi sono domandato se ci sono altre persone che incontro ogni giorno e di cui non mi rendo conto.

Piovono madeleines

Ultimamente, mi arrivano richieste di amicizia in facebook da ex compagni di corso persi di vista da anni.

Tutti espongono gaudiosi i pargoli recentemente sfornati.

Mi rendo conto che da allora non sono mai sceso dall’ufo, per usare un’espressione dell’epoca.

Sistina(s)

Akanishi: perché vuoi usare pittura a olio? non sarebbe meglio ad acqua?

RagazzaEbrea: Mah, mi pare troppo poco intenso il colore…

CoinquilinoEbreo: Akanishi è italiano, gli Italiani hanno dipinto la Cappella Sistina, non so se rendo l’idea! vorresti dire che la Cappella Sistina è brutta?

RagazzaEbrea: Yes, that’s exactly what I intended!…

 

Preciso che si trattava di colorare una lampada cinese di carta.